• ICONIC

Come rimediare alla caduta dei capelli in autunno

Aggiornato il: 11 dic 2020

L’autunno è una stagione meravigliosa, colori stupendi ed è la stagione dove cadono le foglie e quella delle castagne. E come dicono molte nonne, la stagione delle castagne porta anche la caduta di capelli. Quindi, non c’è nulla da preoccuparsi se vi capita di vedere una perdita maggiore di capelli. È tutto nella norma.


Si tratta di un fenomeno del tutto naturale che ci riporta ad un semplice cambio fisiologico. È bene sapere che il ciclo della vita di un capello parte da 2 a 6 anni. Inoltre, un capello, prima di morire del tutto a causa dell’atrofia del bulbo, può cadere e ricrescere per un numero infinito di volte.


Perché in autunno cadono più capelli

Accade in quanto anche la nostra chioma segue il ritmo della natura. Sappiamo bene che l’autunno è la stagione in cui, la maggior parte degli organismi animali e vegetali sono in grado di adattarsi alla temperatura che si abbassa in vista dell’inverno. Tutto questo si verifica in diversi modi: negli alberi vi è la perdita delle foglie, negli animali vi è la perdita di pelo e negli umani quella dei capelli.


Secondo gli studi, questo ultimo problema è causato dalla diminuzione di ore di luce e ad un aumento di ore di buio. Altri sono i fattori che causano questa perdita come: ritorno alla solita vita in città dopo le vacanze, stare a contatto con l’inquinamento atmosferico e continuare con la vita stressante di tutti i giorni in cui i problemi all’interno del lavoro o della scuola, non mancano mai.


Cosa fare in questo caso?

Per riuscire a gestire al meglio la caduta dei capelli, ecco cosa è possibile fare:

- controllare se la caduta dei capelli è casuale o a ciocche. In questo ultimo caso è bene consultare uno specialista;

- stimolare il micro circolo sanguigno locale eseguendo un semplice auto massaggio. In questo caso è possibile utilizzare una classica spazzola o con un attrezzo massaggiante in legno con dei dentini tondeggianti;

- utilizzare degli oli essenziali, una soluzione che può essere presa solo nel momento in cui non si è in stato di gravidanza, nella fase di allattamento o non si è soggetti allergici. Quindi è possibile fare degli impacchi sul cuoio capelluto, utilizzandone solo qualche goccia, che può essere unito ad un olio vettore o diluito con acqua. Il prodotto poi può essere applicato con un dischetto di cotone;

- mantenere sempre il cuoio capelluto sufficientemente igienizzato, facendo un impacco prima dello shampoo utilizzando prodotti a base di aloe oppure contenenti acido ialuronico che sono in grado di stimolare la flora batterica cutanea.


Con questi semplici accorgimenti, la caduta dei capelli non sarà evirata, ma sarà abbastanza limitata grazie anche all’utilizzo di prodotti di ottima qualità.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti